L’Inter di Mazzarri prepara la Sfida con la Roma

inter vs romaDopo la sfida contro il Cagliari che si è giocata allo stadio Nereo Rocco di Trieste, l’Inter ha molti giocatori acciaccati e non in ottime condizioni, ma la super sfida con la Roma di Garcia si avvicina e Mazzarri non ha intenzione di diminuire i carichi di lavoro.

Tutto questo mentre molti giocatori interisti snobbano il problema arrivando persino ad essere ripresi dallo stesso tecnico per aver passato un pomeriggio a giocare su un sito web di slot machine online. Il gioco slot gratis infatti ha fatto imbestialire il CT che invece ha a cuore solo la sfida con la Roma.

Mazzarri, in questo caso, potrebbe sembrare una persona a cui piace farsi del male da solo, ma in realtà il tecnico nerazzurro è un vero e proprio stratega ed ha già dimostrato di saper preparare al meglio le partite ed ha già studiato anche l’undici iniziale da schierare contro la Roma.

Walter Mazzarri ha lavorato molto sulle palle inattive e fatto visionare ai suoi giocatori molti video sulla Roma e il suo stile di gioco.

Il tecnico nerazzurro è sicuro che se l’Inter giocherà da grande squadra qual è, di sicuro, qualche problema alla squadra giallorossa riuscirà a crearlo. Ma intanto, fino a sabato i giocatori dell’Inter dovranno continuare a visionare video e ad allenarsi molto sulle palle inattive.

Nonostante qualche giocatore un po’ acciaccato, l’idea dell’allenatore dell’Inter è quella di tornare all’undici stabile che è stato schierato fino alla partita contro la Fiorentina e quindi a far giocare, almeno, Jonathan e Nagatomo esterni, Cambiasso avanti la difesa, Guarin e Kovacic interni di centrocampo con quest’ultimo favorito su Taider e Alvarez alle spalle di Palacio. Invece, poi il resto dipenderà dal parere dello staff medico.

Ad ogni modo, la forza di Mazzarri e nell’Inter in questo inizio di stagione sembra essere soprattutto nei cambi. Infatti, varie partite sono cambiate grazie alle sostituzioni fatte dal tecnico e quindi ai giocatori subentrati. Staremo a vedere cosa succederà contro la Roma.

Ajax – Milan è Tutto nei Quattro Minuti Finali

ajax milan 1-1A quanto pare al Milan non piacciono le cose facili e piace complicarsi la vita, ma come sempre nell’ultimo periodo viene fuori nei minuti finali e riesce a recuperare un’altra partita. Infatti, all’Amsterdam Arena, la partita tra Ajax e Milan è terminata 1-1 grazie ad un rigore dubbio procurato e realizzato da super Mario Balotelli.

Allegri di certo non esulta, ma in fondo è felice per aver portato questo punto, fondamentale per la qualificazione agli ottavi di Champions League, a casa.

Allegri ha fatto i suoi complimenti a Balotelli che nonostante un primo tempo a basso ritmo e con qualche tentativo di prendere falli di troppo, nel secondo ha preso per mano il Milan e alzato il ritmo alla sua maniera.

Nella partita con l’Ajax, Mario è stato chiuso in tutti i modi, marcato ad uomo, raddoppiato, pressato, ingabbiato ed è stato anche tanto fischiato dal pubblico e dall’arbitro per le troppe cadute tentate. Infatti, Balotelli è stato anche ammonito , ma al 93’ invece si è preso un rigore e lo ha realizzato per portare il suo Milan a non perdere.

Purtroppo il rigore era molto dubbio se non proprio inesistente, ma Mario Balotelli merita comunque gli applausi per essere riuscito a realizzare il rigore nonostante i fischi assordanti dei tifosi avversari, che poi ha azzittito con il suo dito indice.

Se Balotelli tentasse meno di cadere ed evitasse certi comportamenti assurdi sarebbe perfetto, ma purtroppo è così ed anche così com’è, il Milan è Balotelli dipendente, come ammette tra le righe lo stesso Massimiliano Allegri.

Durante la partita tra Milan e Ajax, Mario era l’osservato speciale visto le ultime vicende, anche se i compagni ci provano sempre a tenerlo calmo. Balotelli è l’uomo più pericoloso del Milan nonostante tutto ed è anche l’unico a provarci in modo pericoloso.

Il punto debole dell’Ajax è proprio la difesa, ma il Milan non riesce ad approfittarne e al 44’ del secondo tempo arriva il vantaggio dei padroni di casa. Ormai i rossoneri hanno abituato a recuperi in extremis ed hanno in questo caso, oltre il 90’ riescono a pareggiare grazie alla rete su rigore di Balotelli.

Come detto e a quanto pare il Milan è Balo-dipendente ed allora come farà nella sfida di campionato di serie A che si terrà domenica allo Juventus Stadium?

Per Rudi Garcia il Gruppo Viene Prima di Tutto

squadra romaL’allenatore della Roma, ormai, ha fatto colpo sui giornalisti ed è stato intervistato anche al Tg1.

Il tecnico Garcia ha stupito i tifosi della Roma, i giornalisti e tutti il calcio italiano, anche per la sua conoscenza della lingua.

Garcia dice che per lui aver imparato la lingua velocemente nei limiti del possibile era una cosa importante e da fare, soprattutto, per rispetto nei confronti dei tifosi. Ringrazia per tutti i complimenti a lui e alla squadra, ma è consapevole che tutto può cambiare e il suo gruppo è intelligente e riuscirà a non distrarsi.

L’allenatore giallorosso mette al centro dell’attenzione il gruppo, la squadra e infatti gli piace vedere i giocatori felici per i gol e le vittorie e non si osi paragonarlo a Capello oppure a Mou perché la risposta sarebbe: “Ho i miei metodi di lavoro, ma la cosa fondamentale sono i miei giocatori è il gruppo il fulcro del fare bene”.

Rudi Garcia è contento dell’apporto dei tifosi e della buona partenza e spera che insieme ai tifosi giallorossi e a tutto il gruppo si riesca a fare bene. Ormai la sua Roma non ha più problemi di spogliatoio e sembra una vera e propria famiglia.

L’allenatore  della Roma parla anche di Totti e non può che parlarne bene visto il bel rapporto che si è instaurato tra i due. Per Garcia Totti è un vero fuoriclasse dentro e fuori dal campo, è un giocatore molto umile e sa essere di esempio.

L’intervista a Garcia si chiude con una domanda sulla sfida di sabato con l’Inter e anche qui il tecnico meraviglia tutti rispondendo che lui fa questo mestiere proprio per affrontare sfide del genere. Giocare gare di un certo livello è sempre una bella cosa così come sarà giocare la gara con il Napoli il 19 ottobre.

Intanto la Roma è carica e felice e questo è l’importante per tutto l’ambiente.