Recensione Bookofraonline.it: Il miglior portale italiano per giocare gratis

bookofraonline

Anche se ultimamente si assiste alla nascita sempre più frequente di siti web dedicati alla vlt online book of ra deluxe, il primo vero portale, lanciato ad inizio 2013, su cui era possibile giocare gratis a questa bellissima slot machine è stato Bookofraonline.it

Bookofraonline.it è stato fondato da Silvestro Caputo insieme ad un folto gruppo di appassionati che, prima di tutti, hanno voluto mettere a disposizione di tutti gli utenti il gioco online della vlt Book of Ra di casa Novomatic, fino ad allora di esclusivo appannaggio dei casinò online. Subito dopo la trasposizione da vlt di sala a vera e propria slot machine online, la suddetta software house infatti ha dapprima operato la trasposizione del suo gioco per i siti di casinò ed in un secondo momento rilasciato la versione free, da giocare con credito virtuale.

Il vero punto di forza di bookofraonline.it è tuttavia rappresentato dal fatto di costituire un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti della book of ra: la possibilità di giocare gratis alla slot direttamente dal browser senza effettuare alcun download del software così come l’assenza di un obbligo alla registrazione al sito o ad un casinò, sono solo la punta dell’iceberg di quello che si può considerare senza mezzi termini come il miglior portale del settore.

Tutto ciò che un vero amante di questo gioco vorrebbe sapere qui lo può trovare: regole di gioco, schede tecniche, dettagli sui bonus, un’analisi sulle strategie e trucchi di gioco, approfondimenti, curiosità e tanto altro. Ma andiamo con ordine, facendo un breve “fermo immagine” di quelle che sono le principali sezioni del portale.

Il motore di Bookofraonline.it

Il vero motore di bookofraonline.it è ovviamente rappresentato dalla sua home page che oltre ad essere la pagina d’accesso è anche quella in cui si ritrova il flash su cui si può iniziare a giocare immediatamente alla book of ra deluxe gratis.

Per accedere è sufficiente digitare nella barra degli indirizzi del browser il dominio www.bookofraonline.it oppure ricercare semplicemente su google la chiave “Book of ra online”. Appena entrati nel sito la slot machine inizierà in automatico il caricamento a prescindere che si abbia intenzione o meno di giocare. Subito sotto al flash contenente il gioco, vi si può trovare una breve panoramica sulle modalità di gioco in modo che i più pigri non debbano sfogliare pagine più dettagliate per ricevere il know how essenziale per iniziare subito a giocare.

Sezione delle strategie e dei trucchi per vincere

Altra sezione imponente in quanto a validità dei contenuti riportati è quella dedicata ai Trucchi per la slot book of ra (che tra l’altro ha rappresentato la base di partenza per una semplice rielaborazione su tutti gli altri siti cloni sulla book of ra che hanno appunto facilmente preso spunto da questa sezione per riportare esperienze di gioco che solo l’autore di questo sito aveva realmente vissuto…).

La sezione dedicata ai trucchi è stata tra le più apprezzate da migliaia di utenti proprio per l’approccio realistico con cui sono stati riportati tutti i sistemi e i consigli: un trucco è per definizione un artificio, un inganno, un imbroglio (cit. dizionario) che tuttavia sembra impraticabile per questo tipo di giochi; ed infatti l’autore giustamente apre con una premessa fondamentale e cioè quella che dei trucchi reali, matematici per così dire, non esistono per le ragioni di cui è detto e quindi invita il lettore a non cadere in menzogne di altri presunti sistemisti. Seguono poi tutta una serie di consigli e accorgimenti che l’autore ha realmente vissuto dopo lunghe sessioni di gioco.

I video sulla Book Of Ra

Una vera e propria chicca per gli appassionati di questo gioco è rappresentato dalla sezione contenente alcuni video che riproducono brevi spezzoni di gioco per evidenziare determinati aspetti o vicende: vincite da capogiro, bonus, uscita di particolari combinazioni e tanto altro per mostrare quello che le parole solo in parte possono rappresentare.

Il video è di per se un mezzo di telecomunicazione molto potente che riesce, spesso meglio delle parole, a imprimersi nella mente dello spettatore: la scelta di predisporre una sezione del portale ad hoc rappresenta pertanto una delle scelte più azzeccate e apprezzate dagli utenti di bookofraonline.it. Tutti i video presenti sul portale possono essere visionati anche direttamente dall’apposito canale di bookofraonline.it su Youtube.

Il Blog per notizie ed approfondimenti

Oltre alle pagine suddette, bookofraonline.it rispetto a tanti altri siti della sua nicchia, ha una marcia in più rappresentata dalla passione dei suoi autori. Il blog è infatti la piattaforma ideale per tutti gli amanti di questo gioco per rimanere sempre informati su questo mondo e per ricevere la giusta dose di soddisfazione alla loro curiosità.

La sezione blog si può così vedere come un pezzo a parte di questo fantastico portale: dimentichiamo regole, bonus ed aspetti tecnici, qui si entra in un’altra ottica, fatta di notizie, approfondimenti e tanti spunti per riflessioni di vario genere.

Appendice: Altre vlt online gratis

Una giusta appendice di un ottimo portale è quella in cui sono descritte e riportate tutte le altre vlt online che sono state prodotte dalla stessa software house. Il produttore Novomatic infatti trova nella vlt Book Of Ra Deluxe la sua slot di maggior successo, tuttavia ha nel suo arsenale conta tanti altri giochi che ne condividono lo stesso software.

E’ così facile pensare che un amante della slot book of ra online proverà piacere anche nel giocare a slot machine di altro genere ma non per queste troppo diverse: questo penso sarà stato il motivo alla base della scelta degli autori di predisporre un intera sezione dedicata a tutte le altre vlt gratis della Novomatic su cui sarà possibile giocare con le stesse modalità del gioco in prima pagina della book of ra.

Aspetti Conclusivi

Dopo tante parole, sembra facile intuire che bookofraonline.it è il portale di punta per questo genere di gioco con una comunità di esperti del settore sempre pronti a condividere le proprie conoscenze con altri appassionati. E’ stato il primo sito ma tutt’ora, nonostante i tantissimi cloni apparsi negli ultimi mesi, è ancora il migliore in quanto a qualità dei contenuti ed idee fresche sull’argomento.

Roma-Riscone di Brunico 9-1: Segna anche il ribelle Osvaldo

Al quinto giorno di ritiro è arrivato finalmente il momento del primo test stagionale dei giallorossi contro una rappressentativa locale di Riscone. Partita finita 9 a 1, a cui non hanno partecipato i nuovi acquisti Benatia e Maicon, e anche Marquinhos (ormai destinato al PSG per 35 milioni). Sotto la pioggia del secondo tempo è da segnalare una doppietta del più contestato dalla tifoseria: Osvaldo, l’italo-argentino è apparso molto motivato. Due gol anche per il giovane Florenzi. Terminano la valanga di reti giallorosa Borriello, capitan Totti, Pjanic, Lamela e Frediani.

Balotelli show alla festa della birra

Occhiali, cappellino alla rovescia, orecchini luccicanti, catenina d’oro d’or – dinanza, bicchiere di birra sul tavolo. A vederlo sembra un ragazzo qualunque, ma Mario Balotelli non passa mai inosservato, soprattutto se il palcoscenico è la festa della birra di San Genesio (Pavia) e se arriva guidando una Ferrari rossa. Mentre il Milan prepara i preliminari di Champions a Milanello, il campioncino azzurro si gode gli ultimi giorni di vacanza dovuti alla Confederation Cup in compagnia di amici e fidanzata, Fanny Neguesha, per la quale sembra abbia cercato di vincere un pupazzo sparando a dei bersagli. Non sappiamo se ce l’abbia fatta, ma l’uscita ha consolidato Fanny come la donna del campione. Per Balotelli è un salto dalla ribalta del torneo internazionale in Brasile, ai tavolacci di legno e i bicchieri di plastica della sagra di paese. Eppure Mario è perfettamente a suo agio e per una volta sembra davvero un ventenne con l’unico pensiero del bicchiere da riempire. Ma è solo un momento, per ricordarsi che Balotelli è un professionista basta guardare il contenuto di quel bicchiere: una semplice aranciata.

Inter, Moratti apre al top player: Mazzarri rivuole Lavezzi

«Top player? Possibile». Tutti coloro che seguono il calcio, in particolari quelli di fede narazzurra, avranno raddrizzato le orecchie quando avranno sentito uscire queste paroline dalla bocca di Massimo Moratti. Nell’attesa di fine agosto, per sapere se il patron dell’Inter ha detto una bugia o meno, è partita la caccia a questo benedetto extraterrestre del calcio che potrebbe approdare alla corte di Mazzarri. Tutti gli indizi portano per ora a Ezequiel Lavezzi, che con l’imminente arrivo di Cavani a Parigi è destinato al ruolo di panchinaro fisso. L’attaccante ha espresso nelle ultime settimane il suo desiderio di tornare in Italia e la dirigenza nerazzurra potrebbe accontentarlo. Il giocatore ritroverebbe così il buon vecchio Mazzarri: i due erano già stati insieme a Napoli centrando anche una qualificazione alla Champions League. Bello, bellissimo viene da dire. Il Paris Saint Germain chiederà però almeno 25 milioni per il talento argentino (siccome neanche un anno fa ne aveva spesi 27 per prenderlo dal Napoli). Avrà l’Inter una tale somma da investire? mazzarri-interDomande a cui sapremo dare una risposta solo il 31 agosto, giorno in cui si concluderà il mercato. Certo, un trio d’attacco composto da Lavezzi, Belfodil e Icardi farebbe sognare i tifosi interisti, ma tra il sogno e la realtà c’è, come si dice in genere, il mare (o magari anche l’oceano in questo caso). L’alternativa a Ezequiel, nel caso, è sempre targata PSG: Javier Pastore. Sia l’ex Palermo che «il Pocho» troveranno poco spazio nella prossima stagione e potrebbero partire facilmente. Vedremo chi sarà il destinato. Si è poi sempre in attesa per Radja Nainggolan. Cellino sta riflettendo se venderlo o meno. Intanto l’Inter è già a Pinzolo per il ritiro, iniziato ieri. Schelotto e Silvestre come già si sapevanonfannoparte delgruppo. Milito, invece, faceva parte dei trentuno convocati da mister Mazzarri: l’attaccan – te si sta recuperando dall’infortunio.

As Roma in cerca di un futuro migliore

Sull’orlo e forse oltre di una crisi di nervi, la Roma piazza due colpi di mercato, il certo Jedvaj e soprattutto il quasi certo Strootman, da stropicciarsi gli occhi. Tutto accade in contemporanea con l’«affettuoso» saluto che 200 scalmanati danno alla squadra a Trigoria e mentre linee telefoniche dirigenziali lasciate incautamente aperte aggiungono benzina al fuoco delle contestazioni. Inutile domandarsi dove sia finita la «misura», a Roma: quando un giocatore come Pjianic viene fatto oggetto di insulti e minacce per aver osato inviare per interposto quotidiano bosniaco i propri complimenti a Lulic, match winner laziale della finale di Coppa Italia di 45 giorni fa, vuol dire che si è toccato il fondo. Del buonsenso, della tolleranza, della civile convivenza, prima ancora che dell’etica dello sport. Il quadro non aiuta la risalita di una squadra che viene da due stagioni deludenti. Da tre anni fuori dall’Europa, buttata via nei preliminari nel 2011, dalla Roma americana ci si aspettava altro. Eppure si è speso, e tanto: 110 milioni di acquisti contro 40 di cessioni in due anni danno un saldo negativo di 70 milioni, da cui la necessità di condurre questa volta un mercato all’insegna dell’equilibrio economico. Il paradosso è che quei soldi non sono stati buttati, perché insieme a qualche operazione infelice sono anche arrivati fior di giocatori, dai Lamela e Pjanic 2011, ai Destro e Marquinhos 2012, chi pagato tanto e forse troppo, chi pagato pochissimo come il difensore brasiliano che proprio per questo finirà con l’essere sacrificato per far quadrare i conti. garcia-romaRicette per un futuro migliore? Due consigli e una speranza. Consiglio numero uno: non fare nuove rivoluzioni. Degli 11 acquisti del 2011 sono rimasti solo in 3 (Lamela, Pjanic e Marquinho) e mezzo (Osvaldo che partirà). Degli 11 acquisti 2012 sono già partiti in 3 (Piris, Tachtsidis e Goicoechea) e mezzo (Marquinhos). Un progetto per reggere ha bisogno di una certa continuità. Consiglio numero due: più società e meno confusione. Quando si è in tanti si finisce con l’essere in troppi, e quando si è in troppi accade che in realtà sembra non esserci nessuno. Una squadra forte ha bisogno di una società forte, e questa forza deve essere identificabile. Sabatini, con le sue luci e le sue ombre, è uomo di mercato, e non altro. Baldini ha fallito, ma manager americani più o meno di passaggio non sembrano rappresentare la soluzione. Pallotta ci pensi (e Unicredit pure). La speranza è presto detta e si chiama Rudi Garcia. Dopo Luis Enrique, Zeman e Andreazzoli tocca a lui. Gli va dato tempo, mano libera e supporto, dentro e fuori Trigoria. Alla Roma e ai romanisti il compito di mostrarsene capaci. (GAZZETTA)

Trigoria assediata, Osvaldo assente: la Roma riparte male

Primo giorno di raduno. A Milanello c’erano un sacco di tifosi festanti, a Sassuolo tutti i cittadini erano scatenati per la prima avventura in A del club emiliano, aParma addiritturaeranoimpazziti, soprattutto per Cassano. A Roma, invece, hanno deciso di fare i birbanti, staccandosi dalle belle immagini ricche di grande atmosfera di questi giorni. I milanisti, a pensarci bene, non avevano poi, dopotutto, questo gran motivo per festeggiare, visto che di acquisti da urlo non ce ne sono stati, ad eccezione di Poli e Saponara, due buoni innesti ma non top player. Nonostante questo al ritiro del Milan c’erano un migliaio di tifosi che hanno accolto la squadra come se fosse arrivato alla corte di Allegri Messi o Cristiano Ronaldo. Perché allora a Roma non c’è stata un’accoglienza simile? La verità che nella capitale non dimenticano ancora la finale di Coppa Italia del maggio scorso in cui i giallorossi hanno perso contro la Lazio, loro acerrima nemica. «26-05-2013. Noi non dimentichiamo. Avete infangato Roma»: dice questo uno degli striscioni esposto fuori da Trigoria. La contestazione è stata fatta da una cinquantina di tifosi, ed è stata scandita da cori contro la società, la dirigenza e da un ironico: «Resteremo in serie A». Sul piazzale davanti al centro di allenamento i supporter hanno esposto un messaggio polemico anche per il presidente della Roma: «Pallotta prestanome », striscione accompagnato da una serie di banconote finte da cento euro. «Via i laziali dalla Roma» e «Pallotta vattene » sono stati gli altri cori maggiormente sentiti. garcia-romaFrancesco Totti è l’unico che è stato accolto positivamente tra gli applausi. Il capitano è alla sua ventunesima stagione con la maglia giallorossa e ha dichiarato a Roma Channel: «Il nuovo tecnico RudiGarcia? Sperocheentri subito nell’ottica Roma». Miralem Pjanic, accostato nelle ultimesettimane a tante squadre, è risultato essere tra i più contestati, anche se sembra molto motivato per la stagione chesta per iniziare: «L’ultima stagione è statadifficile, quest’anno dobbiamo fare molto meglio. La squadra ha una grandefameela voglia di prendersiuna rivincita dopo l’anno scorso». Il grande assente era Pablo Osvaldo, l’attaccante è ormai destinato ad abbandonare la capitale. Ha ricevuto molte offerte, ma sembra molto vicino al Manchester City che ha offerto ai giallorossi 18 milioni di euro. Il club inglese, dopo le partenze di Balotelli (a gennaio), di Tevez e forse di Dzeko, si trova con un numero di attaccanti limitato, e ha deciso di puntare sull’italo-argenti – no per sostituire l’Apache. Tra i possibili acquisti della Roma ci sono sempre i nomi di Nainggolan eDe Sanctis.

Calcioscommesse: un anno dopo tocca a Mauri con deferimento in vista

Stanno per arrivare grandi novità nell’ambito dell’inchiesta calcioscommesse della Procura di Cremona. Per Lazio e Genoa, in merito alla partita tra i due club del 15 maggio 2011 (finita 4 a 2 per i biancocelesti, permettendo loro di essere catapultati al momentaneo quarto posto) arriva il momento della verità. A metà settimana, infatti, arriveranno i deferimenti del procuratore Stefano Palazzi. Il match di ormai due anni fa potrebbe costare caro alle due società, ma anche (e soprattutto) al capitano biancoceleste Stefano Mauri e all’ex rossoblù Omar Milanetto. Sono loro i maggiori indiziati, ma il deferimento dovrebbe arrivare anche per altri nove tesserati e ovviamente per i due club per responsabilità oggettiva. La Lazio, infine, potrebbe essere richiamata in questione anche per la partita Lecce-Lazio del 22 maggio 2011, poiché sono in arrivo i documenti del Servizio Centrale Operativo della Polizia riguardo agli accertamenti effettuati per la partita in oggetto. Mauri, pure in questo caso, sarebbe uno di quelli maggiormente coinvolti.

Napoli, Benitez: “Voglio una squadra ambiziosa e bella”

“Ho accettato la panchina del Napoli anche per l’entusiasmo e la passione dell’ambiente, tutto questo mi ricorda i tempi di Liverpool”. Rafa Benitez spiega perché ha scelto Napoli. “Abbiamo tanti giocatori di qualità -ha spiegato il tecnico spagnolo – e un’incredibile fame di successi. Spero che questa nuova esperienza in Italia duri a lungo, perché questo significherebbe aver raggiunto gli obiettivi. Voglio ottenere il massimo. Voglio una squadra competitiva che giochi un bel calcio, che gestisca bene le partite, che sia ambiziosa e creda in se stessa”.

Calciomercato Napoli: Cavani al Psg ma il Chelsea prova l’ultimo attacco

CALCIOMERCATO NAPOLI – Potrebbe arrivare tra lunedì e martedì l’annuncio ufficiale dell’acquisto di Cavani da parte del Paris St.Germain. Il ds dei transalpini Leonardo è tornato a Parigi con la bozza dell’accordo con il Napoli per 63 milioni di euro e nel weekend dovrebbe incontrare i procuratori del ‘Matador’. Si parla di un quinquennale che coi bonus potrebbe arrivare a 10 milioni a stagione. Ma in extremis il Chelsea starebbe tentando un ultimo disperato tentativo: pareggiando l’offerta Psg e contando sul maggiore appeal della Premier League rispetto alla Ligue1.

Venditti “Togliere l’inno Roma Roma dallo stadio”. Pronto il nuovo inno “L’urlo giallorosso”

Antonello Venditti non si sente più “tifoso di questa Roma”. Le parole del cantautore grande tifoso romanista sono dure e lancia il messaggio alla società giallorossa di togliere il suo inno “Roma Roma Roma” allo stadio. Da anni la canzone che apre le danze ad ogni gara casalinga della Roma molto probabilmente sarà sostituita e Venditti non si sente più tifoso di questa società americana.

Ecco le parole del celebre cantautore: “Sinceramente l’inno della Roma mi piacerebbe se lo togliessero, perché non lo trovo più identificativo della Roma che conoscevo io. L’inno è nei nostri cuori e non esiste solo allo Stadio. Se la Roma non vorrà utilizzare più le mie canzoni, allora resteranno nel cuore delle persone. Nelle tante chiacchiere di questa città si era sparsa la voce che avessero fatto un altro inno quindi io ho solo detto che se lo vogliono levare possono pure farlo, non ci sono problemi. Non sono io a chiedere di levarlo, ma se la nuova società vuole cambiare gli inni è liberissima di farlo. Non ci sono problemi per me. Ogni volta che parlo della Roma il giorno dopo mi dicono che creo nocumento e quindi non voglio creare questo tipo di situazioni. Sarebbe carino se si potesse essere più partecipi di questa Roma. La Roma si regge sul suo nome e tu non puoi presentarti da Papa Francesco con la maglia dei Boston Celtics. Non si riesce a dare il valore giusto a questa parola, a questa città”.

Un nuovo inno per la Roma in arrivo? Si fanno tante ipotesi in sponda giallorossa e noi inseriamo una canzone che ci sta a cuore e si intitola “l’urlo giallorosso“.